martedì, aprile 03, 2007

Giappone day 2: contra maleficorum malaesianensis aerea omnia


Dormire, regolare orologio, dormire. Dormire... Maledetto jet lag...
E alle tre di notte ancora in piedi a scrivere un post contra maleficorum malaesianensis aerea omnia.

La mia prima giornata vera in Sol Levante non è certo stata all'insegna dell'arzillitudine (o arzillezza?). Arzillaggine diciamo. Tutto il giorno buttato come uno straccio a dormire sul futon, qualche lieve e innocuo tentativo di ripresa di coscienza miseramente votato fin dall'inizio al fallimento assoluto, e la sensazione costante di trovarsi su una gigantesca nave in balia dell'oceano (che questi giramenti di testa siano dovuti all'imminente arrivo del Big One?...).

Fortunatamente qui esistono i convenience store (megli noti come "combini"), aperti 24h/24h e pieni di cose buone da mangiare. E manga. Sono vivo grazie a uno di essi, situato qui vicino e che ho 'impressione mi darà di che sfamarmi per un bel pò di tempo... Non vi parlo poi del Mangakissa, è un'esperienza troppo articolata e virtuosa per essere descritta così, ex-abrupto. Valentina sa di cosa parlo. Ancora una volta, il Paradiso. Diverso da quello POLINESIANO, ma pur sempre il Paradiso, che si manifesta in molteplici maniere (le vie del signore sono infinite dicono), la cui trasumananza non si porìa per verba. Piano piano proverò a introdurre il concetto di chilometri di scaffali pieni di manga, bevande a sbafo, salette private con internet e playstation, lettore dvd e divano per pennica e sbracamento...

E domani, Akihabara!

2 Comments:

Blogger giorgio pontrelli said...

BASTA!
adesso basta dire quella parola!!!
;)
G.

15:45  
Blogger sumono said...

uha uha uha...
cmq vero... i manga kissa sono fantastici!!!

16:13  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home